Newsletter da non perdere: le migliori a cui iscriversi

newsletter migliori

Ogni giorno la nostra casella di posta è intasata da decine di mail inutili o che non sono altro che spam. Tra queste però si possono nascondere delle vere e proprie chicche: ovvero le newsletter, quelle interessanti, quelle che davvero ci arricchiscono con contenuti utili e appassionanti.

Ma prima di riceverle dobbiamo scovarle…

Il potere di una newsletter fatta bene è infatti quello di facilitarci il lavoro e di farlo permettendoci anche di risparmiare del tempo. Sì perché la selezione dei contenuti nell’oceano sterminato del web (e non solo) l’ha già fatta qualcun altro per noi.

E dunque è fondamentale scegliere bene.

Di seguito c’è una selezione di newsletter interessanti e utili a cui iscriversi, basata sulla mia esperienza personale. Detto anche in maniera sintetica: le mail che non cancellerei mai, nemmeno per sbaglio.

Digital Journalism, la newsletter di Francesco Oggiano

Indispensabile per un giornalista, ma anche per chi vuole avvicinarsi a questo mondo. La newsletter di Francesco Oggiano è una finestra settimanale sul giornalismo digitale che non tralascia nessun aspetto di questa professione e della sua evoluzione. Un modo validissimo per tenersi sempre aggiornati.

In Digital Journalism si trova infatti una selezione di articoli interessanti, analisi dei “casi” mediatici, le ultime novità digitali, molti How-to e tools utilissimi per chi fa questo mestiere alle porte del 2020 e – fortunatamente – anche offerte di lavoro.

Il link per iscriversi alla newsletter:

Digital Journalism

La newsletter di Domitilla Ferrari

La newsletter di Domitilla Ferrari è un po’ tante cose. Difficile racchiuderla in una definizione. Sicuramente è una lettura molto interessante e stimolante.

All’interno si trova una selezione di spunti e consigli per chi lavora nel mondo della comunicazione e del marketing, ma non solo. Ci sono tanti suggerimenti su letture da fare e serie da vedere, aneddoti curiosi, mostre e “cose belle” da non perdere: tutti fattori che la rendono – a mio parere – una lettura valida anche per chi non lavora negli ambiti citati in precedenza.

Il link per iscriversi:

Domitilla

La newsletter di Skande (Riccardo Scandellari)

Il piacere della semplicità. Perché dico così? Perché la newsletter di Skande va dritto al sodo. Niente orpelli inutili, niente perdite di tempo. Nella casella postale ci arriva puntuale un articolo, una riflessione di Riccardo Scandellari breve, ma efficace.

I temi di questa newsletter interessano chi si occupa quotidianamente di comunicazione, marketing e personal branding. Contenuti e consigli utili che possono essere subito messi in pratica.

Il link alla newsletter:

Skande.com

Ilda, la newsletter di I libri degli altri

Un piccolo grande piacere settimanale. Ilda è la newsletter per chi ama i libri. All’interno si trovano infatti tantissimi spunti e forse non basta una settimana per approfondirli tutti prima dell’arrivo della nuova newsletter.

Oltre a preziosi consigli di lettura, vengono analizzati e discussi i temi caldi dell’editoria, si parla delle ultime uscite in libreria, si trova il calendario dei festival letterari e molto altro. Ma non solo dal punto di vista della lettura: Ilda parla anche di scrittura, editing, scouting.

Il link per iscriversi alla newsletter:

Ilda

The Italian Job, la newsletter di Barbara D’Amico

Tutto quello che c’è da sapere sul mondo del lavoro in Italia (e non solo) direttamente nella nostra casella di posta. The Italian Job è una rassegna molto interessante e dettagliata sulle news che riguardano il lavoro, sia online che offline.

Trovo sia una lettura indispensabile per un freelance quanto per un imprenditore, ma anche per chi vuole semplicemente essere sempre informato su quanto accade intorno a noi. La newsletter di Barbara D’Amico contiene anche offerte di lavoro, cosa sempre utilissima.

Il link per iscriversi:

The Italian Job

La newsletter di Later.com

Cambiamo genere. Stavolta parliamo della newsletter di un’azienda e non di una persona. Later è un servizio che permette di programmare i post su Instagram, Facebook, Pinterest e Twitter e di analizzare le statistiche dei propri account.

Ma al di là che decidiamo di usare o meno il servizio, possiamo iscriverci gratuitamente alla newsletter. Cosa che io consiglio a chi lavora con Instagram o è super appassionato di questo social. Una volta a settimana Later invia consigli, trucchi e guide per usare al meglio Instagram e aggiornamenti sui nuovi trend.

Il link per iscriversi alla newsletter:

Later.com

La mia newsletter, se vi va 🙂

Ho pensato molto se includermi o meno in questo post. Alla fine ho ceduto. Mi impegno infatti per arrivare nelle vostre caselle mail con qualcosa di utile, come i professionisti di cui ho parlato finora.

Nella mia newsletter trovate me. Ovvero le mie letture, le dritte per chi ama scrivere o vuole iniziare a farlo, articoli interessanti (spero) per dire “ho imparato qualcosa di nuovo“. E – ovviamente – tutto quello che scopro ogni giorno nel mio lavoro: quindi si parla anche di viaggi, cibo e bere bene.

Iscriviti qui:

Simone Pazzano

E fammi sapere cosa ne pensi. I feedback sono sempre ben accetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *